NET – Beta Alanine 1250 90 CPR

Sku: 80.0

NET – Beta Alanine 1250 90 CPR

22.00 17.60

9 disponibili

Quantiy:
Compare

Descrizione


Uno studio del 2008 pubblicato sulla rivista scientifica International Journal of
Sports of Medicine dimostra come un integratore di Beta-Alanina possa incrementare
la forza muscolare durante gli allenamenti. I ricercatori del The College of New
Jersey hanno riferito che, dopo aver assunto un integratore di beta-alanina per
30 giorni, un gruppo di atleti ha completato oltre il 30% in più di ripetizioni
rispetto al gruppo placebo in sei serie di squat con il 70% del loro massimale.
Inoltre, i ricercatori, hanno evidenziato un incremento significativo della massa
muscolare e un calo di grasso.



La Beta Alanina è un aminoacido che entra direttamente nella produzione della Carnosina
(Beta Alanina + Istidina). Usare la Beta-alanina come integratore provoca un aumento
medio del 60% della carnosina muscolare. La Beta Alanina, come dimostrano innumerevoli
studi, è efficace su molti fattori interessanti per l’allenamento ma in modo
particolare sull’effetto tampone a contrasto dell’acido lattico.



Solo negli ultimi 5 anni sono stati pubblicati oltre 30 studi, tutti positivi, su
riviste scientifiche, riguardanti l’efficacia sulla prestazione lattacida
della supplementazione con Beta Alanina (sprinter su 400 mt, ciclisti su sprint
massimali, vogatori portati ad esaurimento). Per questa ragione la Beta Alanina
viene considerato l’integratore perfetto per contrastare l’acido lattico.
Semplificando, dal punto di vista biochimico, la Beta Alanina, tramite la sua conversione
in Carnosina, cattura l’atomo d’idrogeno dell’acido lattico consentendo
così la riconversione in piruvico per la produzione di nuova energia, senza massiva
alterazione del ph muscolare. In questo modo viene potenziata l’azione della
cosiddetta “navetta del lattato“, quindi della possibilità di riutilizzare
la produzione dell’acido lattico a fini energetici. Questa caratteristica
aiuta a stabilizzare il Ph muscolare e ritarda l’inibizione del sistema enzimatico
conseguente all’acidosi, il tutto con un’influenza positiva anche sulle
funzioni collegate al metabolismo della Fosfocreatina. L’interferenza del
lattato nella prestazione è legata alla velocità di accumulo di quest’ultimo.
Il sistema di smaltimento, infatti, va in crisi (e quindi in acidosi) quando si
produce più acido lattico di quanto se ne smaltisce: la cellula invia segnali precoci
di affaticamento distrettuale quando ancora esistono riserve energetiche (locali
e generali) capaci di permettere la continuazione del lavoro. Questa caratteristica
fa capire come l’integrazione con Beta Alanina possa permettere ad un atleta
di sostenere un esercizio sub massimale alla maggiore intensità possibile per un
tempo maggiore, si pensi a sprint su distanze medie ma anche a ripetute (oppure
metodiche a circuito, composte da stazioni ciascuna svolta con alta intensità e
con pochissimo recupero fra una stazione e l’altra.



Occorre pensare che assumere Beta Alanina spesso richiede tempi più lunghi rispetto
alla Carnosina. I tempi sono di almeno 30/45 minuti prima di una prestazione per
vedere questa molecola nel circolo ematico, ma molti atleti, soprattutto in gare
di endurance o comunque composte da momenti con alte produzioni di lattato, fanno
un uso della Beta Alanina in cronico più che in acuto, quindi non si preoccupano
di usarla solo prima della seduta o della prestazione, ma assumono questa molecola
in modo costante (tipo la metodica usata con la creatina) almeno per 3/4 settimane,
alcuni ne aumentano il dosaggi nei gg in cui ci si allena. Addirittura sembrerebbe
che i risultati migliori si possano ottenere dividendo il dosaggio in 2 volte al
giorno. Certamente il poter disporre di un integratore ad alta concentrazione con
un principio attivo superiore al g per capsula, rende l’assunzione estremamente
comoda , precisa ed efficace. Di Beta Alanina ne va assunta un quantitativo oltre
al grammo ma facilmente si incontrano atleti che ne usano 2,5 g.



Occorre sottolineare che l’assunzione di Beta Alanina viene ottimizzata dalla
presenza di Vitamina E e Vitamina A (anch’esse di riconosciuta azione antiossidante).
È quindi opportuno che queste vitamine vangano introdotte con eventuali quote supplettive
(esempio con un pool vitaminico minerale per sportivi). L’assunzione di Beta
Alanina insieme a zuccheri veloci ma stabili nel tempo (quindi insulino dipendenti
tipo Perfect Carb 7) non solo aumenta la capacità ergogenica ma contemporaneamente
attenua i piccoli effetti collaterali (rossore) prima descritti. Ma la sinergia
principale è con la creatina: la Beta Alanina ha in comune con la Creatina sia l’effetto
tampone che un azione pro-energetica. Alcuni studi hanno evidenziato come l’associazione
delle 2 molecole rende la performance di resistenza all’esaurimento lattacido
maggiore del 10% rispetto all’uso delle molecole prese singolarmente.



Ad oggi l’integrazione con Beta Alanina appare una delle più efficace per
ottenere effetti multipli fra cui:



Effetto tampone sulla produzione di acido lattico



Azione antiossidante



Un conseguente incremento della forza resistente



Effetto positivo sul ritardare la sensazione di stanchezza



Influenza sull’ATPasi miosinica e quindi sull’azione delle fibre bianche
potenti



Attenua il classico dolore post allenamento (DOMS)



 



INGREDIENTI:



Beta Alanina; Stabilizzanti reologici: Cellulosa microcristallina, Polivinilpirrolidone,
Silicio Biossido, Magnesio Stearato.



 



MODO D’USO:



Assumere 3 cpr una volta al giorno con abbondante acqua.



 



Valore energetico 100 g* Dose:



BETA ALANINA 86,2 G 3750 MG

Informazioni aggiuntive

Filtro prodotti

, ,